In the Country Photos: maggio 2011

NetParade

sito

30 mag 2011

Terminato. Sarà per la prossima volta.






Questo concorso è terminato propro oggi. Riprovate la prossima volta.

In bocca al lupo a tutti.

Ciao

Fra

29 mag 2011

Sta per scadere: affrettatevi!!!

Siamo ormai agli sgoccioli. Domani 30 maggio finisce il termine di invio per il concorso "Your World in one Shot". Quindi se non le avete ancora mandate affrettatevi.

Un in bocca al lupo a tutti i partecipanti!!

Ciao

Fra

28 mag 2011

Ma cosa è il Microstock???

Un Microstock è una banca d'immagini online che permette ai fotografi di vendere le loro opere a prezzi modici. La maggior parte delle agenzie di microstock offre, oltre alle immagini fotografiche, anche illustrazioni vettoriali, e alcune di queste filmati flash, piccoli video e file audio.
Il fenomeno dei microstock vede la luce nel 2000 con la nascita di iStockphoto, il primo sito del settore che offre fotografie di qualità paragonabile a quella professionale a prezzi decine di volte inferiori.La vasta diffusione della fotografia digitale e di internet hanno permesso a questo fenomeno una diffusione che fino a pochi anni fa non sarebbe stata possibile, essendo prerogativa solo di fotografi professionisti, gli unici con a disposizione le conoscenze tecniche e le risorse finanziarie per questo tipo di attività. È infatti sufficiente una macchina fotografica digitale ed una connessione ad internet, lavorando comodamente da casa, per fare della fotografia microstock una vera e propria professione o una fonte ausiliaria di guadagno.
Ogni agenzia microstock ha tipi diversi di contratti sia con gli autori delle immagini sia con i clienti – generalmente agenzie pubblicitarie, editori, web agency – che le acquistano. In comune hanno una filosofia che le porta ad offrire al cliente una vastissima gamma di immagini a un bassissimo costo (da 0,25 dollari), che aumenta con la dimensione in pixel dell'immagine o che varia secondo la licenza d'utilizzo. Anche le licenze variano da agenzia ad agenzia, ma tutte offrono la licenza royalty free, che consente di utilizzare l'immagine (con le condizioni d'uso stabilite dal contratto) a tempo indeterminato. Alcune agenzie offrono ai clienti delle forme di abbonamento che consentono di scaricare, a costo minimo, immagini di alta risoluzione o sorgenti in formato vettoriale.
Gli autori dei file pubblicati nei cataloghi dei microstock possono scegliere se lavorare con più agenzie, o se diventare contributori esclusivi di una sola a fronte di una retribuzione maggiore. I file inseriti dagli autori nel catalogo dell'agenzia vengono verificati da un team di revisori che controllano la qualità tecnica e fanno una valutazione artistica e commerciale del file prima di approvarlo. Ad ogni file vengono associate (dall'autore in fase di upload del file) una descrizione e alcune parole chiave. Il cliente che cerca un'immagine specifica può quindi trovarla sia sfogliando il catalogo per categorie, sia filtrando la ricerca per parole chiave.
Il mercato delle grandi agenzie di microstock è mondiale, e la valuta utilizzata è generalmente il dollaro. Questo comporta che un'immagine prodotta da un autore di un qualsiasi paese è offerta a clienti di tutto il pianeta, ma comporta anche che la stessa retribuzione può avere un potere d'acquisto decisamente diverso per ogni contributore.

Guardate questi video interessanti cliccando qui.

Ciao

Fra

27 mag 2011

Non riuscite ad iscrivervi al sito ClusterShot? Leggete....

26 mag 2011

123RF: sito di microstocking




123RF è un sito di microstocking di immagini che consente di caricare e vendere foto. Una volta effettuata la registrazione si può scegliere cosa fare del sito, ossia ad esempio caricare il proprio portfolio di immagini, oppure scegliere tra quelle presenti nel sito le immagini da acquistare oppure partecipare al programma di fidelizzazione che consente di guadagnare segnalando il sito ad altri. Il sito è disponibile anche in italiano. 

Iscrivetevi qui

Ciao 

Fra 

Depositphotos: eccellente sito per vendere foto



Depositphotos.com è un servizio che offre un database di fotografie Royalty free che colleziona più di 1 milione di immagini. E' suddiviso in categorie e tutte le fotografie proposte sono di altissima qualità. Il motore di ricerca integrato è preciso e puntuale e riesce a far consultare velocemente il catalogo del sito.
Iscrivetevi qui, e cominciate a guadagnare fin da subito. 


Ciao

Fra

Dreamstime: sito vendita immagini stock

Immagini Libere da Diritti

Il sito è di base in lingua inglese ma ormai da qualche tempo è possibile scegliere fra diverse lingue fra cui l’Italiano.
Per iniziare a vendere e/o comprare immagini bisogna iscriversi al seguente indirizzo di Dreamstime.
L’iscrizione è abbastanza semplice. Una volta iscritti si devono iniziare a caricare foto e/o immagini rispettando alcune caratteristiche principali:
  1. si deve avere la proprietà intellettuale delle immagini caricate;
  2. le immagini non devono raffigurare persone in primo piano o facilmente riconoscibili se non si ha disposizione una liberatoria firmata da queste persone (i modelli delle liberatorie sono scaricabili gratuitamente dal sito);
  3. le immagini devono essere di dimensioni minime di 3 Megapixels (ma per raggiungere dei buoni risultati di vendita è consigliabile caricare immagini di dimensioni maggiori intorno ai 10 Megapixels per esempio);
  4. l’invio delle immagini può essere effettuato in 2 modi diversi: direttamente dal sito un’immagine alla volta oppure tramite client FTP con parametri di configurazione presenti nel proprio profilo di Dreamstime;
  5. una volta caricate, le immagini devono essere completate fornendogli un titolo, una breve descrizione, le categorie di appartenenza (fino ad un massimo di 3) e le paroli chiavi (massimo 80) quest’ultime fondamentali per la ricerca per cui bisogna porre particolare attenzione alla loro scelta. Se la foto rappresenta un particolare evento si può anche decidere di venderla come immagine editoriale inserendo nell’apposito spazio un commento per il redattore; questa clausola permette di inserire foto raffiguranti personalità di spicco senza aver bisogno della liberatoria firmata: ovviamente tale immagine potrà essere utilizzata da chi la compra solo per articoli editoriali;
  6. Infine come ultimo step bisogna scegliere le licenze di vendita delle proprie immagini.
A questo punto le immagini passano tra i file in attesa (pending files in inglese) di giudizio da parte dei revisori di Dreamstime. Tale giudizio può variare fra i 5/7 giorni a seconda del carico e considerando che nei week end non lavorano.

Ciao

Fra

21 mag 2011

L'altra faccia di Modena

Maria Pia Severi





L' inaugurazione della mostra fotografica è avvenuta sabato 21 maggio 2011 alle ore 11, presso la nuova concessionaria MPS Car - Volkswagen (sponsor dell’evento) in Via F. Vecchione, 31 (angolo via Emilia Est) - Modena , ma continuerà fino al 5 giugno, tutti i giorni, dalle 9 alle 19.




L'autore delle meravigliose fotografie è Maria Pia Severi. Di queste foto è stato pubblicato un libro con il medesimo nome, consultatelo qui.

Se non conoscete l'autrice potete guardare la sua scheda qui, oppure andare direttamente al suo sito cliccando qui.


Consiglio di andarci.



Ciao

Fra

20 mag 2011

Dove trovare i siti per vendere le proprie foto on line


Fotolia

è un sito per professionisti e non solo, un modo unico di vendere i propri scatti on line in tutto il mondo. Per gli acquirenti vige la formula Royalty free ( le immagini una volta scaricate regolarmente possono essere utilizzate da professionisti anche a scopo pubblicitario in modo completamente legale).
Per accedere al sito è necessario iscriversi (gratuitamente), dopo di che come un comune sito web basta inserire login e password  e l’accesso per le volte successive avverrà automaticamente. Per chi acquista, i prezzi sono davvero concorrenziali a partire da 0,14 euro a foto, naturalmente prestate attenzione alle misure il prezzo varia a seconda del formato.
Altrimenti è possibile fare un abbonamento (1-3- 6 mesi o 1 anno e il prezzo varia da 199  a 1649 euro, naturalmente è possibile scaricare un tot di immagini a secondo dell’abbonamento fatto).
Per chi fosse interessato a vendere i propri scatti deve comunque accedere al conto pagare una percentuale minima di servizio e caricare le foto scegliendo fra più metodi di uploading(caricamento semplice, caricamento tramite Flash, o FTP), per fare questa operazione bisogna cliccale su “my files”, una volta caricate le immagini cliccare su “modifica” e così facendo potrete aggiungere un titolo alla vostra foto, mettere il contratto  e il prezzo. Venduta la foto, i soldi verranno aggiunti sul vostro account contribuente di Fotolia, ma per il ritiro del denaro sono necessari un minimo di 50 crediti. Quest’ultimi possono essere convertiti in denaro tramite conto paypal o money- bookers.

Istock photo

Semplicissimo, andate sul sito web e naturalmente dovrete prima di tutto effettuare una registrazione gratuita, nella barra in alto a destra troverete “not a member? sign up” cliccateci su ed effettuate l’account dopo di che, potete accedere alle gallerie già pubblicate da altri utenti. Nel caso volete comprare ( le foto variano di prezzo da 1- a 22 euro dipende dal formato, in più potrete scegliere, sempre con prezzi vari,  tra illustrazioni, video o audio ).Troverete due pulsanti in fondo a destra “sell” nel caso volete vendere, “buy” se preferite acquistare, per fare queste operazioni è necessario un conto on- line.

Shutter stock

Può essere definito una vera e propria agenzia on line, anche per questo sito vale l’opzione Royalty free. E’ possibile fare un abbonamento che vi permetterà di aggiungere 25 immagini al giorno per un totale di circa 750 foto al mese, naturalmente anche in questo sito varia il prezzo secondo il formato delle foto. Prima di effettuare qualsiasi operazione vi sarà richiesta la registrazione on-line con dati anagrafici per assicurare agli utenti l’affidabilità del sito e non cascare in ingannevoli frodi.

Big stock

Registrarvi al sito e creare un vostro account  è la prima operazione da fare, dopo di che è possibile caricare foto nei diversi formati (small, med, large e x-large) in ” sell your images”, nel caso siete intenzionati alla vendita dei vostri scatti; se invece volete acquistare le foto disponibili nelle gallerie basta cliccare in basso a sinistra “how to buy images”.

123RF

Anche qui la prima operazione da fare è quella di iscrivervi col vostro account al sito. Dopo questa semplice operazione troverete dei pulsanti sintetici nella barra in alto “buy image” se preferite acquistare, “sell images” per pubblicare  e vendere i vostri scatti ed infine “light boxes” per visualizzare le immagini presenti nel sito. Anche per questo sito è possibile scegliere fra più abbonamenti.

Cluster shot

Vi apparirà una pagina web di fondo scuro davvero molto elegante , a sinistra vi è una finestra nella quale potete creare il vostro account gratuito per poter pubblicare  e vendere i vostri scatti, mentre a destra vi è la possibilità di acquistare direttamente le foto, per farlo basta anche un semplice conto paypal

Snape/Village Veer

Anche per questo sito è obbligigatoria la registrazione on -line, ma per tutto il resto è davvero molto semplice, ha un interfaccia davvero sintetica ed intuitiva, infatti troverete tutto sinteticamente descritto cliccando nella barra in alto sui vari pulsanti, anche questo sito si avvale dell’opzione Royalty free .

Alamy

Posso sembrare ripetitiva, ma anche qui la prima cosa da fare è la registrazione on line, cliccate sul pulsante “Register” nella barra in alto a destra e una volta fatta questa piccola operazione potete accedere a tutte le opzioni del sito, naturalmente di vendita e compera degli scatti o immagini fotografiche famose, per farlo basta cliccare negli altri pulsanti sulla barra a destra.

Photoshelter

cliccate in alto a desta su “have an account? sign up” e potete procedere all’esplorazione di questo meraviglioso sito di compravendita di foto e frame di vario genere, a questo sito vi sono affiliati importanti fotografi a livello mondiale, potreste addirittura comprare i loro scatti in esclusiva. Vi sono foto davvero suggestive, ve lo consiglio vivamente.

Crestock

Non perdete tempo a cercare immagini!!, la prima cosa da fare e la registrazione del vostro account. Questo sito è davvero molto semplice basta andare alla voce che ci interessa nella barra sintetica in alto e cliccare uno dei pulsanti , per scegliere foto “search images”, per vendere ” how to sell” per comprare “how to buy” , inoltre una volta caricate le vostre immagini è possibile vederle cliccando il pulsante “my collection”. Qualsiasi operazione è  a pagamento ed è possibile accedervi grazie a più conti mastercard, visa paypal…etc

Alla prossima
Fra

19 mag 2011

Miglior riviste di fotografia in commercio –nel Mondo-

Ho già elencato quelle che, secondo me, sono le riviste italiane di fotografia più belle e importanti. Adesso ci mancano quelle del mondo, per quelli che masticano altre lingue.

In questo caso riprendo l’articolo del sito Net-Art che riporta tutte le riviste del mondo (quelle più importanti ovviamente). Le ho visualizzate tutte e inserisco solamente quelle che mi hanno attirato maggiormente. Per ulteriori informazioni e per vedere l’elenco completo dal sito di Net-Art cliccate qui.

Gran Bretagna

Ag Magazine - UK (EN)

Black and White Photography + Outdoor Photography - UK (EN)

British Journal of Photography - UK (EN)

Digital Camera Magazine + Digital Camera Shopper - UK (EN)

Digital Photo - UK (EN)

Photography Monthly - UK (EN)

Photoworks Magazine - UK (EN)

Practical Photography - UK (EN)

Professional Photographer - UK (EN)


Francia

Chasseur d'Images - Fr (FR)

Etudes photographiques (Société française de photographie) - Fr (FR)

France Photographie - Fédération Photographique de France (FPF) - Fr (FR)

Photo - Fr (FR)

Vis A Vis - Fr (FR)


Germania

Color Foto - Germania (DE)

Digit - Germania (DE)

European Photography Magazine - Germania (EN)

FotoMagazin - Germania (DE)

Photo International - Germania (DE)

Photographie - Germania (DE)

Photonews - Zeitung für Fotografie - Germania (DE)

Profifoto - Germania (DE)


Spagna

Foto - Spagna (ES)

FV - Foto Video Actualidad - Spagna (ES)

Matador - Spagna (ES)

OjodePez Documentary Photography - Spagna (ES-EN)

Super Foto - Spagna (ES)


Europa: altri paesi

Eyemazing - Netherlands (EN)

Foto+ - Netherlands (NL)

PF - Netherlands (NL)

Capricious - Olanda (EN)

Camera Austria (AT-EN)

Fotointern - Switzerland (CH)

DigitalFoto - Svezia (SE)

Foto - Poland (PL)

Artphoto - contemporary art magazine - Romania (EN)

Imago - Contemporary photography in Central and Eastern Europe - Slovakia (EN)

Photographos Magazine - Grecia (GR)


USA

Photo Techniques Magazine - USA (EN)

American Photo - USA (EN)

Aperture - Fine Art Photography - Magazine and Foundation - USA (EN)

B&W - Black & White Magazine, For Collectors of Fine Photography - USA (EN)

Digital Photo Pro - USA (EN)

Journal of Imaging Science and Technology (Society for Imaging Science and Technology) - USA (EN)

National Geographic - USA (EN)

Nature Photographer Magazine - USA (EN)

Nature's Best Photography Magazine - USA (EN)

News Photographer Magazine - USA (EN)

Nikon World - USA (EN)

PC Photo Magazine - USA (EN)


Canada

Canadian Camera (Canadian  Association for Photographic Art) - Canada (EN)

Digital Photographer Magazine - Canada (EN)

Photo Life - Canada (EN)

Photo Sélection - Canada (FR)

PhotoEd Magazine - Canada (EN)

Photographic Canadiana (Photographic historical society of Canada) - Canada (EN)


Centro e Sud America

ABCuartoscuro - Mexico (ES)

Fotomundo - Argentina (ES)

PhotoMagazine Revista - Brasile (PT)


Australia

Black + White - AU (EN)

Digital Photography & Design - AU (EN)

Photofile (Australian Centre For Photography) - AU (EN)

PhotoReview - AU (EN)

Silvershotz - AU (EN)

Alla prossima

Ciao

Fra

17 mag 2011

Miglior riviste di fotografia in commercio -in Italia-

La fotografia è un passatempo popolare e un hobby adatto per tutte le età. I fotografi appassionati sono in ricerca di consigli da attingere da un numero di riviste di fotografia per aumentare la loro conoscenza sull’argomento. Questi sono molte riviste di fotografia da cui scegliere e molti focalizzano una data area quale la fotografia digitale. Queste riviste sono destinate per tutti coloro che siano interessati alla fotografia, dilettanti e professionisti compresi.


"Il Fotografo"
Il Fotografo è una rivista dedicata alla fotografia amatoriale che offre test e aggiornamenti tecnici per essere informati sulle ultime novità  del mercato. L'attenzione alla tecnologia tiene sempre presenti le reali esigenze del fotoamatore e fornisce tutte le chiavi di lettura necessarie per orientarsi tra le proposte del mercato. Non è però solo tecnologia: offre anche i consigli necessari per trasformare la passione in professione ed entrare nel mondo della fotografia professionale. Ogni mese i lettori possono partecipare alla sfida dell' Esercizio a Tema, un argomento diverso ogni mese, da affrontare con la propria macchina fotografica. E' anche possibile sottoporre a giudizio le proprie fotografie: nella rubrica Le Vostre Foto vengono dati dei suggerimenti per migliorare il risultato ottenuto. Ogni mese Il Fotografo dedica una Cover Story a un grande rappresentante della fotografia professionale. 

“Digital Camera”
Grazie a stupende immagini di grande impatto e a testi chiari e completi, il lettore di "Digital Camera Magazine" è accompagnato attraverso tutte le fasi della fotografia digitale: dallo scatto, al fotoritocco, alla gestione dei file fino alla stampa. Ogni mese vengono provati e recensiti i migliori accessori fotografici e le fotocamere più interessanti per caratteristiche e prestazioni. Il ricco CD allegato alla rivista contiene programmi e applicativi fotografici, oltre a tutte le immagini, per seguire passo passo le guide di ritocco proposte dai migliori esperti del settore.

"Reflex.it"
Si trova all'indirizzo http://www.reflex.it/ ed è dal 1996 la prima rivista italiana sulla fotografia dal web. Per chi non volesse le riviste cartacee.

"Tutto Digitale"
Nato nel 1998 come trimestrale di tecnica e attualità per conoscere ed approfondire le nuove tecnologie, "Tutto Digitale" ha incontrato fin dalla prima uscita il favore di appassionati ed operatori, aprendo la strada ad altre pubblicazioni di simile impostazione ma ben minore successo in edicola. Oggi, in seguito al grande consenso di pubblico ed aziende, "Tutto Digitale" è diventato bimestrale, con uscite cadenzate in occasione di fiere di settore e/o momenti commerciali significativi del mercato. "Tutto Digitale" è un periodico unico nel suo genere, in grado di coinvolgere emotivamente gli appassionati-opinion leader e favorire gli acquisti in un mercato che si espande vertiginosamente. Pubblicazione di riferimento del settore, "Tutto Digitale" in ogni numero affronta il mondo digitale a 360° - con notizie, approfondimenti, prove tecniche, guide all'acquisto - su fotocamere, videocamere, scanner, stampanti, computer, monitor, televisori, componenti home theater e via discorrendo, avvalendosi dell'operato di professionisti qualificati che hanno fatto la storia delle riviste specializzate in Italia e di un laboratorio all'avanguardia nelle misurazioni tecniche. Ulteriori plus di "Tutto Digitale", un sito Internet ad hoc (www.tuttodigitale.it) e una serie di collaborazioni esclusive di prestigio.

Ulteriori riviste italiane:

AFT - Rivista semestrale di Storia e Fotografia - Archivio Fotografico Toscano di Prato (IT)
 
Around Photography (IT)
 
Asferico - quadrimestrale di fotografia naturalistica (AFNI) IT
 
Foto Cult (IT)
 
Foto Notiziario (IT)
 
Fotologia - Studi di storia della fotografia - Alinari (IT)
 
Fotostorica - Archivi storici e rivista (IT)
 
Gente di Fotografia (IT)
 
Leica Magazine (IT)
 
Nuovo Notiziario Fotografico (Organo Ufficiale ANAF) (IT)
 
Private (IT-EN)
 
Zoom International (IT-EN)


Fotografia Reflex (IT)
 
FotoComputer (IT)

Ciao alla prossima

Fra 

Elenco siti/blog sulla fotografia

Epic Edits Weblog


Navigando su internet ho incontrato due blog in cui parlavano di grandi elenchi di blog/siti di fotografia. Mi sono incuriosito e sono andato a controllare. 

Sappiamo che in internet esistono tantissimi siti e che è difficile trovarli tutti, così ci vengono in aiuto questi elenchi (utilissimi). 

In particolare questi elenchi descrivono i siti/blog di fotografia in cui si parla di tecnica, consigli sul mondo della fotografia, o anche solo fotoblog:

1) Epic Edits Weblog viene incontro alle vostre/nostre necessità elencando 87 blog che parlano solo di fotografia. Molti siti famosi ma nessuno italiano (sono tutti in lingua inglese);

2) Photography Colleges ha fatto un elenco di 100 siti/blog di fotografi. Per migliorare la ricerca ne ha dato una breve descrizione;

3) Dal blog di Marco Crupi un elenco di siti, blog, forum sulla fotografia in italiano;

Probabilmente se ne possono trovare parecchi di elenchi online. Quindi se li conoscete indicatemeli.

Vorrei indicare particolarmente un blog molto bello e istruttivo, quello di Marco Crupi. Oltre che molto bello graficamente è anche molto aggiornato, e consiglio vivamente di inserirlo nei propri feed perchè si possono imparare molte cose da questo blog. Guardatelo cliccando qui. Io ho imparato molte cose da questo blog, spero che vi serva anche a voi.

Ciao

Fra

16 mag 2011

Galleria Ferrari, a Maranello

Dopo aver visto la mille miglia mi è venuta voglia di vedere dei motori ruggenti. Quindi avevo pensato di andare domenica pomeriggio in centro a vedere alcune lamborghini e altre macchine. Ma pioveva. Uffi.
Mi è venuto in aiuto il mio amico Lele che mi ha proprosto di andare a vedere il museo dedicato alla Ferrari a Maranello. Ho subito accettato, anche perchè non c'ero mai andato.
Eh, si è brutto da dire, un modenese che non ha mai visto il museo dedicato alla Ferrari.
Ne ho, quindi, subito approffitato e mi sono portato dietro la mia macchina fotografica compatta. Ho realizzato il seguente video con le foto scattate. Spero vi piaccia.


Il video potete ache vederlo cliccando qui.
Oppure potete vedere le foto su flickr cliccando qui.

Ciao e alla prossima.

Fra

15 mag 2011

Modena. Mille miglia

Stavo studiando quando ad un tratto tantissimi rombi. Mi sono domandato, piove?? Speravo proprio di no visto che alla sera dovevamo festeggiare il compleanno di mio fratello. Sono andato a guardare fuori.....macchè, mica piove.

Penso...................................................

Già già mi ero scordato passavano le mille miglia....wow.....occasione ghiotta.

Ho subito preso la mia macchina fotografica e sono scappato fuori a fare un pò di scatti.

Ve le mostro alcune. Spero vi piacciano.
Commentate.




















Guardatele tutte su Flickr cliccando qui.

Andate a vedere il sito ufficiale delle mille miglia cliccando qui.

Ciao

Fra

14 mag 2011

Giretto a Fanano 2011

Verso fine aprile io (Fra), mio fratello (Paolo) e un suo amico (Fra) siamo andati a Fanano a fare una bella grigliatina. Il giorno dopo siamo andati verso il monte Cimone e abbiamo scattato delle belle fotografie che vi mostrerò in questo video (è il mio primo video quindi abbiate pazienza se non è bellissimo). Spero vi piaccia!!

 

Visitatelo anche sul mio canale Youtube cliccando qui.

Oppure guardate le foto direttamente su flickr cliccando qui.

Ciao
Fra

Notte in bianco tutta modenese

Il 14 maggio 2011 Modena resta accesa fino a tarda ora. Una lunga serata di arte, musica, parole, teatro e danza. Musei, gallerie, biblioteche, chiese, negozi e locali resteranno aperti. Artisti di strada e parate animeranno le vie e le piazze del Centro Storico.

Piazza Pomposa, Piazzale Torti, Piazza Sant'Eufemia, Largo Muratori, Piazzale degli Erri, Piazza Redecocca, Giardini Ducali, Largo Porta S. Agostino, Chiostro Santa Margherita, l'ex Caserma Santa Chiara, saranno gli spazi allestiti con piccole pedane e impianti audio e luci, per ospitare una successione continua di brevi performance destinate a un pubblico eterogeneo. Le attività proposte saranno organizzate in collaborazione con le Associazioni culturali modenesi.

Artisti di strada e parate musicali e danzanti animeranno le vie e le piazze del Centro Storico.

Musei, Gallerie, Biblioteche, Chiese, il Palazzo Comunale, la Ghirlandina e molti degli spazi storici della città resteranno aperti fino a mezzanotte.

Negozi e Pubblici Esercizi prolungheranno l'orario di apertura e organizzeranno iniziative. Alcuni Ristoranti proporranno menu/degustazioni di prodotti tipici.  

Presso il Mercato Coperto Albinelli (via Albinelli, 16/a), il Club degli Intagliatori realizzerà sculture di frutta e verdura.

A mezzanotte, in piazza San'Agostino, suonerà la funky marching band FUNK OFF, band  ufficiale di Umbria Jazz a Perugia e di Umbria Jazz Winter a Orvieto (video su YouTube). 

«Impossibile riassumere tutte le iniziative - dice Alperoli - che offrono un profilo culturale elevato. Il nessun dorma è di diverso profilo, la città sarà come un condominio acceso a cielo aperto. È uno sforzo notevole e lo abbiamo raggiunto facendo sistema, divertimento e intelligenza possono convivere». 

Alla conclusione della serata, dedicata a Luciano Pavarotti, in piazza Sant'Agostino saranno distribuiti anche i bomboloni caldi, ma prima sarà possibile visitare i musei del polo culturale, palazzo Santa Margherita e Fotomuseo, la Ghirlandina, la Galleria Estense e il Palazzo Ducale.
Due gli eventi clou: le audizioni pubbliche di Bel canto di Mirella Freni con i suoi 12 allievi e le conferenze - definite "stravaganti" - in piazzale degli Erri del sindaco Pighi, Ugo Cornia, Alberto Bertoni. L'assessore Sitta ha detto: «Creiamo le condizione per una socialità garbata, offrendo opportunità a tutti. Domenica ci sarà anche dopo 60 anni il memorial circuito di Modena che dopo 60 anni ripasserà dai viali con le auto d'epoca poi saranno esposte le grandi auto modenesi».

La notte geminiana sarà in concomitanza con la Notte Europea dei Musei  e Terra di Motori  che allestirà, con auto e moto d'epoca, i seguenti spazi pubblici: Piazza Grande, Piazza XX Settembre, Piazza Torre, Largo San Giorgio, Piazza Mazzini, Piazza Matteotti (mercato dei sapori), Largo Porta Bologna, via Gallucci, via Farini.
Scaricate la locandina dell’evento qui.
Scaricate la cartina e il programma dettagliato qui.

E non poteva mancare un bel concorso fotografico: “Prospettiva di una notte in bianco”.


La proposta arriva dalla sezione fotografi del circolo culturale “Il Muraglione” che, in occasione della manifestazione di sabato 14 maggio, lancia il concorso fotografico “Prospettiva di una notte in bianco”.

Chi intende partecipare deve iscriversi sabato allo stand allestito in piazza sant’Eufemia dove dalle ore 20.00 alla mezzanotte e trenta (00.30) potrà consegnare una foto scattata durante le iniziative che animeranno la “Notte bianca”. Le immagini dovranno essere consegnate su dispositivo digitale; la premiazione del concorso avverrà in tarda serata. L’iniziativa ha il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune e della Circoscrizione 1.
Per ulteriori informazioni su premio e regolamento del concorso ci si può rivolgere direttamente allo stand del Muraglione sabato 14 maggio o contattare il circolo (Nicolò tel. 345 2151494, circolomuraglione@gmail.com).
Andate anche su facebook per ulteriori informazioni (su facebook).


Portatevi la macchina fotografica per questa bella iniziativa.

Ciao 

Fra

Dove trovare le foto di Joel Sartore

Fotografia di Joel Sartore
Scusatemi ma in questo periodo mi sono proprio fissato con questo fotografo. Le sue opere (si secondo me le sue fotografie sono delle vere e proprie opere d’arte) si possono trovare sul web e basta inserire la voce Joel Sartore ( ad esempio su Google o Bing), oppure direttamente sul suo sito internet cliccando qui.
Ma come ben sapete (l’ho detto anche su un vecchio post “I Grandi Fotografi: Joel Sartore”) è stato un grande fotografo del National Geographic, quindi le sue fotografie si possono andare a cercare anche sulla medesima rivista.


Ieri sono andato alla biblioteca Delfini, con precisione alla bancarella dove vendono le riviste e i libri annullati della biblioteca e sono incappato nella rivista del National Geographic. Mai fosse successo, ho cominciato a rovistare per cercare gli articoli con le foto di Joel. Per ogni rivista (erano circa 20) ho guardato l’indice per cercare il suo nome e in 3 di loro l’ho trovato. Magnifico!!!!

Fotografia di Joel Sartore
Mi sono subito fiondato alla pagina giusta e sono rimasto immobile appena ho visto le sue foto. Stupende!! Non ci sono altre definizioni per descrivere quegli scatti. Mi sono proprio detto: “E’ un genio, un artista”.




Le riviste sono :


1)National Geographic Vol.190, No.4 dell’ottobre del 1996 e l’articolo in cui sono presenti le sue foto è a pagina 2 intitolato “National Wildlife Refuges”;


2) National Geographic Vol.193, No.5 del maggio del 1998 e l’articolo in cui sono presenti le sue foto è a pagina 72 intitolato “Return of the Gray Wolf”;

3) National Geographic Vol.5, No.3 del marzo del 2000 (in italiano) e  gli articoli in cui sono presenti le sue foto sono a pagina 2 intitolato “Parco nazionale del Madidi” e a pagina 24 intitolato “La mia giungla” (sono di Joel sia le foto che il testo) e in più la copertina ritrae una coppia di are aliverdi di Joel;

Ovviamente ne esistono tante altre (non le ho ancora :-(, ma le avrò). 

Fotografia di Joel Sartore

Le ho comprate subito le riviste e adesso saranno belle esposte nella mia collezione.

Ciao

Fra

P.S.: Tutte le foto si possono comprare nel sito del fotografo.

10 mag 2011

I Grandi Fotografi: Joel Sartore

Joel Sartore
Oggi vorrei parlarvi di un grande fotografo. Il suo nome è Joel Sartore.

Si può affermare che sia il cantastorie delle specie a rischio e uno dei migliori fotoreporter naturalistici a livello mondiale. Ha raccontato con I suoi scatti gli orsi polari dell'Alaska e i pappagalli Ara macao, le creature dell'Isola di Bioko, nella Guinea Equatoriale, ma anche insetti e anfibi. È maestro nell'arte di conferire maestà, gioia e mistero anche alle creature più dimenticate e apparentemente insignificanti.

Breve biografia
Il suo interesse per l’universo naturale comincia quando, ancora bambino, apprende dell’estinzione del piccione migratore da uno dei libri illustrati Time Life della madre. A distanza di vari decenni, si può dire che le sue storie sulle specie a rischio abbiano contribuito all’attuazione di alcune politiche di salvaguardia ambientale. La passione per quella che diventerà l’occupazione di tutta una vita esplode all’epoca del college, quando, in una camera oscura improvvisata in uno sgabuzzino del dormitorio dell’Università del Nebraska, vede emergere dalla vaschetta di sviluppo la sua prima immagine in bianco e nero. «Erano foto dei miei compagni di stanza ubriachi», racconta. «Impilavo su di loro le bottiglie di birra e realizzavo nature morte».

Nel 1985 si laurea in giornalismo, comincia a lavorare come fotografo per il Wichita Eagle, un quotidiano del Kansas, e nel 1990 ne diventa photoeditor. Inizia a collaborare con National Geographic nel 1991, e da allora realizza le immagini per più di venti articoli, perlopiù di storia naturale, salvaguardia ambientale e questioni connesse all’uso del suolo. Un recente progetto sulle specie a rischio nasce in un periodo buio della sua vita: nel 2005, alla moglie viene diagnosticato un cancro al seno. Deciso a rimanere a casa per prendersi cura di lei, che nel 2008 guarirà, Sartore smette di viaggiare per un po’, e per lavorare senza allontanarsi troppo da casa comincia a realizzare ritratti di specie animali in zoo, riserve e centri di ricerca della zona. Queste immagini formeranno le basi di un articolo sulle specie a rischio statunitensi, pubblicato sul numero di Gennaio 2009 di National Geographic, e adesso di un nuovo libro, Rare. Sartore vive a Lincoln, nel Nebraska, con la moglie Kathy e i tre figli.
Riconoscimenti
Sartore ha ricevuto vari riconoscimenti nell’ambito del concorso Pictures of the Year, tra cui, nel 1992, l’Award of Excellence nella categoria Fotogiornalista dell’anno. È anche stato il soggetto di un documentario, At Close Range with National Geographic.
                                                                                      Ha detto
National Geographic Photo of the Month by Joel Sartore
“Nei miei vent’anni di lavoro a National Geographic avrò vissuto ogni genere di affascinante avventura, penserete voi. In fondo ho dovuto mangiare cervello di lama, porcellini d’india, piranha e coleotteri vivi. Sono stato inseguito da api, grizzly, buoi muschiati e altri esseri poco raccomandabili. Ho preso un fungo che mi ha fatto diventare sordo, sono stato azzannato da tre cani contemporaneamente e sulla gamba ho un buco che mi ha procurato un minuscolo parassita carnivoro. E’ vero, é un lavoro che comporta dei rischi. Ma in tutti questi anni passati a vagare per il pianeta con la macchina fotografica, la cosa che mi ha spaventato di più è scoprire che il mondo e un posto davvero affollato. Oggi ci sono quasi sette miliardi di esseri umani, e per il mondo naturale questo ha conseguenze concrete e devastanti. Da fotografo, ho notato come le complesse connessioni tra le varie specie, dagli insetti più piccoli agli alberi più alti, siano fragili e sempre a rischio. Se scompaiono le specie, perdiamo queste connessioni, e ciò scatena reazioni a catena che finiscono per riguardarci tutti. Per come la vedo io, il mio lavoro è far si che la gente se ne preoccupi finché siamo ancora in tempo. La biodiversità del pianeta e a rischio a causa della nostra fame di energia e delle risorse che consumiamo. Mentre noi continuiamo a crescere di numero e a diffonderci nel mondo, la flora e la fauna non hanno dove andare. A volte cl vogliono decenni, o può avvenire da un giorno all’altro, ma il risultato finale e lo stesso: le specie in pericolo sono sempre più, e molte rischiano l’estinzione. Da giornalista specializzato nelle specie più rare, per un bel po’ (purtroppo) non rimarrò a corto di storie tragiche da raccontare. Secondo gli esperti nel prossimi 25 anni rischiamo di perdere meta degli anfibi e dei primati, e fino a un terzo dl tutte le specie entro la fine del secolo. Le cause principali sono la perdita di habitat e il cambiamento climatico. E gli effetti si stanno rivelando drammatici.  Eppure, l’unica cosa che non possiamo perdere e la speranza. Non e ancora troppo tardi per salvare la biodiversità della Terra”.

Grizzly by Joel Sartore - Alaska
Consigli del fotografo professionista
Orso polare by Joel Sartore - Mare di Beaufort
“Di solita una fotografia  avvincente è costruita su tre elementi: ottima luce, buona composizione, e, soprattutto, qualcosa di interessante da mostrare. Un altro fattore da non sottovalutare è che il tempo e l’accessibilità sono di cruciale importanza per ottenere immagini suggestive, divertenti, strazianti. Trascorrendo del tempo con il soggetto non si può che ottenere immagini migliori. Se diminuisce il tempo, si otterranno semplici istantanee. Per fotografare gli stati americani cha affacciano sul Golfo del Messico, e ottenere la profondità necessaria a raccontare una storia che abbracciava così tante realtà locali, mi sono stati concessi quasi cinque mesi; il risultato sarebbe stato ben diverso se avessi avuto soltanto due o tre settimane. A prescindere dal luogo e dagli sviluppi della tecnologia e delle apparecchiature, i fondamenti della buona fotografia non cambiano mai. Dagli orsi polari ai pinguini, dai cowboy agli addetti dei luna park, tutti hanno una storia da raccontare. E una bella immagine catturerà sempre l’attenzione delle persane. E’ questa il vero riconoscimento, e insieme il potere, della fotografia”.

National Geographic ha presentato una collana di libri fotografici intitolata "I grandi fotografi", una collana inedita dedicata ai maestri della fotografia che hanno raccontato il nostro mondo.
Il 3° volume è dedicato a Joel Sartore, uno dei più grandi fotoreporter naturalistici del mondo si può comprare qui.




Alla prossima per un altro grande fotografo

Ciao

Fra

09 mag 2011

Università in uno scatto

L'Università di Modena e Reggio Emilia con la collaborazione dell'Assessorato alla Cultura di Reggio Emilia, in occasione dell'edizione 2011 di "Fotografia Europea", bandisce il concorso fotografico a temi "Università in uno scatto" volto a promuovere l'immagine dell'Università e del suo mondo attraverso lo sguardo creativo dei cittadini e delle persone che vi studiano e lavorano.
Università in uno scatto 2011

L'iniziativa, dal titolo "Università in uno scatto" è il primo concorso fotografico indetto dall'ateneo e si caratterizza per la volontà di cogliere nei differenti punti di vista delle persone e, nel riconoscimento del loro merito artistico, le immagini che meglio rappresentano, oggi, questa istituzione universitaria che da quasi mille anni costruisce e fonde la sua identità con il proprio territorio di riferimento. Al fine di favorirne la massima diffusione verso la collettività, le opere dei partecipanti potranno essere ospitate su tutte le produzioni editoriali a stampa e su web dell'ateneo. Ai vincitori saranno riservate ulteriori forme di rappresentazione delle opere fotografiche e saranno riconosciuti dei premi per favorire lo sviluppo della loro attività artistica.
La galleria fotografia del concorso sarà allestita presso l'Aula Magna "Manodori" Ex Caserma Zucchi, Via Allegri 9 - Piano terra, ala nord nelle date:
- dal 6 maggio fino all' 8 maggio 2011
- dal 6 giugno fino al 10 giugno 2011 (esposizione delle 40 fotografie che accedono alla finale)
La selezione dei tre lavori migliori e la premiazione dei vincitori si svolgerà il giorno 10 giugno.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito al seguente indirizzo: http://www.photocontest.unimore.it/

La partecipazione  al concorso è gratuita e si svolge nel periodo compreso tra 18 aprile e 5 giugno. I partecipanti al concorso dovranno caricare le proprie proposte fotografiche sul sito del concorso. E' consentita la partecipazione a tutti i temi proposti nel concorso.

I temi del concorso:
Architettura ed edifici: i partecipanti sono invitati ad inviare fotografie che descrivano l'Università di Modena e Reggio Emilia considerando la natura delle sue principali strutture e dei suoi luoghi di funzionamento: aule, laboratori, biblioteche, corridoi, spazi d'incontro, uffici, ecc.
Attività e persone: i partecipanti sono invitati ad inviare fotografie che raccontino le numerose e diversificate attività che si svolgono all'interno degli spazi dell'Università di Modena e Reggio Emilia e che coinvolgono persone singole e gruppi sociali.
Rapporto città università: i partecipanti sono invitati ad inviare fotografie che parlino di come si manifesta il rapporto tra l'Università di Modena e Reggio Emilia e le città in cui opera, sia dal punto di vista dei luoghi fisici di collegamento, che delle attività che mettono in contatto queste diverse entità.

Requisiti di partecipazione:
La partecipazione è libera e aperta a tutti.

Riconoscimenti (premi):
Il concorso offre agli autori dei primi tre lavori selezionati l'opportunità di assicurare ampia visibilità alla propria opera e riconoscimento dei meriti artistici mediante:
1. Pubblicazione della propria opera nella galleria allestita presso l'Aula Magna "Manodori" della Facoltà di Comunicazione ed Economia di Reggio Emilia (dal 6 all'8 maggio 2011 e/o dal 6 al 10 giugno)
2. Pubblicazione dell'opera nella gallery del sito internet dedicato all'iniziativa e nella sezione vincitori
Premi
3. Al primo classificato: Reflex digitale (Sony Alpha 380)

 
4. Al secondo classificato:Compatta (Nikon Coolpix s8000)


5. Al terzo classificato: Stampante (Epson stylus photo p50)



La commissione giudicatrice:
Una commissione tecnico-scientifica (composta da personalità del mondo della fotografia, della cultura e da (se esistono sponsor ... ), selezionerà le opere migliori per qualità artistica, originalità e adesione al tema proposto.

Condizioni di esclusione:
Saranno escluse le opere: lesive della comune decenza. Contenente riferimenti pubblicitari, politici o riconducibili all'ambito religioso.
Le fotografie nelle quali compaiano persone riconoscibili devono essere necessariamente corredate da liberatoria alla ripresa ed alla pubblicazione firmata dai soggetti fotografati, pena l'esclusione dal concorso (documento scaricabile qui).

Procedure di selezione:
La selezione sarà effettuata esclusivamente a cura della una Commissione giudicatrice.

Nomina dei vincitori:
Gli autori delle opere scelte per qualità artistica riceveranno apposita comunicazione via mail da parte di Unimore ed i loro nominativi saranno pubblicati sul sito www.photocontest.unimore.it.

Disposizioni generali:
Unimore si riserva il diritto di modificare e/o abolire in ogni momento le condizioni e le procedure aventi oggetto il presente concorso prima della data di sua conclusione. In tal caso Unimore provvederà a dare adeguata comunicazione. Unimore non assume responsabilità per qualsiasi problema o circostanza che possa inibire lo svolgimento o la partecipazione al presente concorso. Il materiale inviato non è soggetto a restituzione. Ai sensi del D.P.R. n.430 del 26.10.2001, art.6, il presente concorso non è soggetto ad autorizzazione ministeriale.

Affrettatevi è un contest interessante.

Ciao

Fra

Fotografie d’autore: Luigi Ottani

 
Fotografo pubblicista, si occupa di reportage. 
Alterna ricerche sui microcosmi italiani a racconti fotografici che inseguono realtà dimenticate del mondo contemporaneo: Sahel, Saharawi, Bosnia, Cambogia, Sri Lanka, Palestina, Chernobyl, Hunan. 
E’ autore di mostre e pubblicazioni. Con il volume “Niet Problema!” ha vinto il premio “Bastianelli”, riconoscimento al miglior libro fotografico edito nel 2006. Collabora con enti pubblici, organi istituzionali e agenzie di comunicazione. Sito del fotografo: http://www.luigiottani.it/



Il formiginese Luigi Ottani ci parla dei suoi scatti e della sua professione su Vivo in “Persone & storie” pag. 4 (anche sul sito http://www.vivomodena.it/index.html).

Ha 46 anni ed è autore di numerose mostre. Ha pubblicato i suoi scatti su alcune tra le maggiori testate nazionali e ha raccontano con i suoi reportage realtà tristemente note. Incontriamo il fotografo formiginese Luigi Ottani.

Iniziamo col dire quando nasce la tua passione per I’immagine...
A fotografare ho iniziato molto giovane, non è che facessi però grandi ricerche fotografiche. La passione vera e propria, quella che ti fa venire il desiderio di raccontare delle cose con le immagini, è nata nel 2000. 

La tua fotografia è racconto, denuncia, o testimonianza?
Secondo me è racconto e testimonianza,difficilmente denuncia. 

Quando la fotografia diventa arte?
Quando trasmette e comunica delle emozioni, che sono poi quelle che ha vissuto il fotografo in una certa situazione. Nel momento in cui riesci con un’immagine a trasmettere dei sentimenti che hai provato, credo che si possa parlare di arte.

Come si diventa fotografo professionista?
Credo che non ci sia una gran differenza tra il professionista e il dilettante. Il fotografo professionista è quello che cerca di campare con la fotografia, quindi facendo anche delle cose che di artistico non hanno tanto ma gli permettono di essere disponibile e libero per fare altri lavori che invece raccontano qualcosa. Tanto per fare un esempio: si mangia con i servizi per fare quasi gratis le cose che contano.

E tu come hai fatto ad arrivare ad essere così conosciuto, non solo a livello locale?
Fondamentalmente credo che, sia a livello modenese che a livello nazionale o internazionale, conti molto essere appassionati di quello che si fa. Quindi nel momento in cui qualcuno mi propone qualcosa io, indipendentemente dal budget che ci può essere o meno, cerco di prenderla con entusiasmo. Questa cosa credo che alzi un po’ il livello del lavoro finito. 

Quali soggetti ti interessano particolarmente?
La mia passione è la gente. Come diceva Bukowski  "Le persone sono il più grande spettacolo che ci sia e non si paga". Effettivamente raccontare la gente ti permette allo stesso tempo di raccontare i luoghi, le cose, le situazioni. Devo dire che i temi che mi coinvolgono maggiormente riguardano il sociale. Se io posso raccontare qualcosa che può avere anche valenza sociale, lo faccio molto volentieri. 

Ci parli un po' dei tuoi viaggi e delle emozioni che hai provato?
Ricordo nel 2005 il viaggio che ho fatto in Sri Lanka, 9 giorni dopo lo tsunami. Un’esperienza molto toccante dal punto di vista umano. Ho trovato il disastro e la distruzione ma anche persone con una dignità che molto spesso i giornali e le televisioni non ti raccontano. Sempre nel 2005 il viaggio a Chernobyl. Di recente sono stato più volte in Palestina dove ho vissuto 15 giorni incredibili: sono stato con le famiglie, negli ospedali cercando di descrivere storie di vita normale a Betlemme. E  anche questa è stata un’esperienza che mi ha arricchito molto. 

Il tuo scatto preferito?
Molto spesso lo scatto preferito non è quello che dal punto di vista artistico è il più bello. E' quello che è arrivato più a segno. Un ’immagine che mi resta sempre nel cuore è quella di un bambino in un campo profughi in Eritrea che volutamente avevo inquadrato senza la testa. Il commento di una signora, vedendo la foto, era stato "si vede la serenità del bambino" ed era ciò che avevo visto anch’io. Sì quella foto la ricordo bene.
Niet Problema! Chernobyl 1986-2006
 
NIET PROBLEMA! CHERNOBYL 1986-2006

a cura di Beppe Grillo
fotografie di Luigi Ottani

“Chernobyl è una parola che vorremmo cancellare dalla nostra memoria, ma questo sogno ci è precluso.” Kofi Annan, ex segretario generale ONU.
Cosa resta, a vent’anni di distanza, del più grave disastro nucleare mai registrato? La notte del 26 aprile 1986, all’una e ventitré minuti, aveva inizio quella tragedia che si sarebbe protratta per anni, abbattendosi fino al presente sulle popolazioni inermi e sconvolgendo l’Europa del benessere. Lo scoppio del reattore nell’Ucraina dell’Ex Unione Sovietica ha aperto uno squarcio su un mondo abbandonato e dimenticato prima e dopo la strage. L’obiettivo di Ottani bussa alle porte di case e botteghe, si perde sulle interminabili strade innevate e negli occhi lucidi di freddo di chi è rimasto a sperare.
Il volume, con oltre 200 immagini a colori e in bianco e nero, contiene testimonianze di Andriy Shevchenko e Paolo Belli.
L’opera, frutto di un progetto editoriale svolto con il supporto e la supervisione di Legambiente Solidarietà, è valsa al fotografo Luigi Ottani il premio Marco Bastianelli 2007 per il miglior libro fotografico. Si può comprare all’indirizzo http://www.artestampaweb.it/scheda&id=25 o nelle librerie.

Il volto di una donna che non ha abbandonato il villaggio di Luigi Ottani
Un'installazione posta a Kiev che mostra i nomi dei villaggi fantasma di Luigi Ottani
Sono alcuni esempi delle bellissime fotografie di Luigi Ottani. Per altre foto si può guardare il sito: http://multimedia.quotidiano.net/?tipo=photo&media=21519 oppure andate a comprare il libro (costa 28 euro).

Ciao 

Fra

07 mag 2011

È fantastico, Holden

jsZona Holden bandisce periodicamente un concorso che invita a parlare di sé attraverso il racconto, la poesia, l'immagine, la fotografia, etc. Nato nel 1997 ha raccolto finora oltre 900 elaborati,  pubblicati in Cd Rom e in Internet.  E’ aperto ai giovani dai 12 anni in su, senza limiti geografici.
Anche quest’anno l'Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Modena, in collaborazione con Kult Underground, il Club TreEmme e la Biblioteca Rotonda, hanno indetto il concorso "è fantastico, Holden": mondi, esseri, storie e vite fantastiche e "normali".

Locandina del cocnorso "è fantastico, Holden" nona edizione 2011/2012

Il concorso si articola in 4 sezioni: Prosa, Poesia, Grafica e Avventura per gioco di ruolo.
  • Sezione PROSA Gli elaborati non dovranno superare le tre cartelle dattiloscritte (30 righe per 60 caratteri ogni cartella, 1800 caratteri compresi gli spazi) e dovranno pervenire in formato elettronico (txt, doc, rtf, html);
  • Sezione POESIA Gli elaborati non dovranno superare la cartella dattiloscritta (30 righe per 60 caratteri ogni cartella, 1800 caratteri compresi gli spazi) e dovranno pervenire in formato elettronico (txt, doc, rtf, html);
  • Sezione GRAFICA È possibile partecipare con fotografie, disegni, file di grafica (statici, non animazioni), ecc... Gli elaborati dovranno essere consegnati in formato digitale non vettoriale (BMP, JPG, GIF, TIFF, PCX), oppure su supporto cartaceo di dimensioni non superiori a cm. 21x29 (formato A4);
  • Sezione AVVENTURA PER GIOCO DI RUOLO Si richiede un’avventura per gioco di ruolo di qualsiasi sistema. Gli elaborati non dovranno superare le cinque cartelle dattiloscritte (30 righe per 60 caratteri ogni cartella, 1800 caratteri compresi gli spazi), fatta salva la descrizione delle personalità dei personaggi e le statistiche di gioco, e dovranno pervenire in formato elettronico (txt, doc, rtf, html).
Consegna degli elaborati

È accettato ogni elaborato, ma il concorrente deve precisare in quale categoria intende iscriverlo (prosa, poesia, grafica, soggetto per gioco di ruolo). È consentito partecipare con una sola opera per sezione.
Lo stesso elaborato può essere iscritto in più sezioni in ciascuna delle quali sarà però valutato solo per la componente per cui è stato iscritto (testo, grafica, soggetto per gioco di ruolo). 

Per tutte le sezioni la consegna può avvenire in due modi: 

a mano presso Biblioteca Rotonda via Casalegno 42, 41100 Modena (c/o Centro commerciale "Rotonda"), tel 059 441919
Orari d’apertura: lunedì dalle 14 alle 20, da martedì a sabato dalle 9 alle 20.

o per via telematica all’indirizzo: biblioteca.rotonda@comune.modena.it

Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre il 31 dicembre 2011, corredati di nome, cognome, data di nascita, indirizzo e numero di telefono dei partecipanti. Per i materiali inviati per posta fa fede la data del timbro postale.

Premi

Sono previste tre categorie di partecipanti:
dai 12 ai 16 anni - dai 17 ai 24 anni - oltre i 25 anni.(età compiuta alla data di iscrizione al concorso)
Per la sezione Avventura per gioco di ruolo è prevista una unica categoria, età minima 12 anni.
Per ogni categoria sarà premiato un elaborato ogni sezione (10 premi) con un buono acquisto da € 200 spendibile presso l'Ipermercato LeClerc Conad di Modena.
Tutti gli elaborati partecipanti concorreranno alla costruzione di un ipertesto, a cura degli organizzatori, che verrà distribuito gratuitamente su CD-rom e inserito in Internet. L’organizzazione si riserva di non inserire sul CD-Rom eventuale materiale in eccesso.

La premiazione è prevista per il marzo 2012. 

I concorrenti si fanno garanti dell’originalità delle opere presentate, che dovranno essere inedite. I lavori NON verranno restituiti. I concorrenti rinunciano ai diritti di riproduzione sugli elaborati, limitatamente alla pubblicazione degli stessi a cura della redazione del concorso (CD-Rom, e-book, Internet).
L’opera vincitrice della sezione Avventura verrà giocata a Play 2012 - Festival del Gioco (www.play-modena.it),a cura del Club TreEmme. 

I dati forniti verranno trattati ai sensi della normativa vigente (D.Lgs 196/2003) e usati esclusivamente ai fini del concorso.
Garanzia di riservatezza: i dati forniti verranno trattati ai sensi della normativa vigente (DL196/2003) e usati esclusivamente ai fini del concorso. 

Per l'intero bando e conoscere i premi www.comune.modena.it/netgarage/holden-nove.html

Per guardare i vecchi concorsi indetti andare : http://www.comune.modena.it/biblioteche/holden/concorso.htm

Ciao

Fra

Advertise